Alito cattivo nei cani: cause e rimedi

Alito cattivo nei cani: cause e rimedi

Pochi odori sono sgradevoli come l'alito cattivo degli amici pelosi. Il tuo cane potrebbe pensare che apprezzi i suoi baci, ma, se ha l'alitosi, avvicinarsi a lui e lasciarti leccare è l'ultima cosa che vuoi fare.

L'alitosi del cane non è solo spiacevole, ma potrebbe anche essere sintomo di un problema di salute. Prima di dare al tuo cane una mentina per l'alito, prenditi un momento per fare una piccola ricerca sulle possibili cause dell'alitosi e su cosa puoi fare per trattare o prevenire questo fastidio. 

Cause dell'alitosi del cane

I proprietari di pelosi tendono a sottovalutare l'alito cattivo dei cani, pensando erroneamente che il cavo orale di tutti gli amici a quattro zampe abbia cattivo odore.

Non è così! Di solito, dietro all'alito cattivo ci sono delle ragioni ben specifiche, anche se non sempre facilmente identificabili. 

Cattiva igiene orale e malattie parodontali

Le cause più comuni dell'alito cattivo nei cani sono la cattiva igiene orale e le malattie parodontali. Proprio come negli esseri umani, l'accumulo di placca e tartaro può portare allo sviluppo dei batteri che causano l'alitosi. Se il tuo cane non è un masticatore e non gli lavi regolarmente i denti, la causa più probabile del suo alito cattivo è l'accumulo di placca.

Nel tempo, una scarsa igiene orale può portare a malattie parodontali. Troppa placca e accumulo di tartaro possono allontanare le gengive dai denti, esponendo nuove aree allo sviluppo dei batteri. Questo non solo infiamma le gengive del cane, ma può portare a carie, infezioni, distruzione dei tessuti, perdita dei denti e persino alla formazione di pus. 

Abitudini dietetiche spiacevoli

I cani non hanno uno stomaco "raffinato" come il nostro e a volte le loro abitudini alimentari un po' selvatiche si traducono direttamente in alito cattivo. Se il tuo cane fruga regolarmente nella spazzatura o ha accesso a resti di animali in decomposizione, il suo alito cattivo potrebbe essere il risultato di uno spuntino un po' "schifoso".

C'è da dire, inoltre, che i cani sembrano universalmente amare la cacca, sia quella di altri cani, sia quella dei gatti. Non solo le feci sono puzzolenti, ma sono anche molto antigieniche: se i cani le ingeriscono avranno ovviamente un alito cattivo, ma saranno anche a rischio di infezioni e malattie. 

Diabete

Se l'alitosi del tuo cane ha un odore dolce o fruttato, devi fissare subito un appuntamento con il tuo veterinario. L'alito dolce e fruttato è un sintomo del diabete, una condizione grave ma curabile.

Parla con il tuo veterinario di fiducia degli altri sintomi del diabete a cui prestare attenzione, come bere e urinare più frequentemente, e fissa un appuntamento per far esaminare il tuo amico peloso al più presto.

Malattie renali

Un cane che mangia feci potrebbe avere un alito che odora di cacca, ma se l'alito del tuo cane odora di urina, molto probabilmente non è perché ha bevuto pipì.

Un odore di urina nell'alito del tuo cane è un segnale di avvertimento di malattie renali e merita una visita urgente dal tuo veterinario. Le malattie renali nei cani sono di solito piuttosto gravi e potrebbero essere un sintomo di un problema medico più ampio.

Malattie del fegato

Se il respiro del tuo cane è veramente disgustoso e il tuo peloso vomita spesso, mostra mancanza di appetito e ha una sfumatura giallastra sulle gengive, potrebbe avere un problema al fegato.

Come le malattie renali, i problemi al fegato possono essere un segno di una condizione grave ed è fondamentale portare il tuo cane dal veterinario o presso una clinica di emergenza il prima possibile.

Trattare l'alitosi del cane

La cura dell'alito cattivo del cane dipende dalla causa, ma fortunatamente le opzioni di trattamento sono molte. 

Se la placca, il tartaro o le malattie parodontali sono alla base dell'alitosi del tuo cane, la cosa migliore che puoi fare è fissare un appuntamento con il tuo veterinario per vedere se il tuo cane è un buon candidato per una pulizia dentale.
Il tuo veterinario eseguirà le analisi del sangue per assicurarsi che il tuo cane possa gestire l'anestesia e questo appuntamento è anche un ottimo momento per escludere qualsiasi altra potenziale causa dell'alitosi del tuo cane. 

Se il colpevole è la cattiva alimentazione, mettere al sicuro la spazzatura e limitare l'accesso del tuo cane a spiacevoli "reperti" all'aperto, come carcasse di animali morti o feci, risolverà il problema. Anche posizionare la lettiera di eventuali gatti fuori dalla portata del cane è un'ottima idea!

Diabete, malattie renali ed epatiche sono tutte condizioni che richiedono un trattamento medico da parte del veterinario. Una volta risolto il problema di fondo, anche l'alitosi del tuo cane dovrebbe scomparire.

Prevenire l'alitosi del cane

Il modo più semplice per prevenire l'alitosi del cane è lavargli i denti regolarmente. Una buona igiene orale riduce la placca e la formazione di tartaro, proprio come negli esseri umani!

Inoltre, puoi utilizzare anche un dentifricio spray, per migliorare l'odore e contrastare il tartaro. Quello di Bau Cosmesi è naturale ed è realizzato con aloe vera biologica e menta piperita. 

Si tratta di un prodotto

  • Rinfrescante: rinfresca la bocca del cane, generando un profumo naturale
  • Purificante: protegge i denti e le gengive del cane, contrastando il tartaro
  • Contrasta l’alitosi: diminuisce gli odori cattivi nella bocca del cane

Inoltre, fornisci al tuo cane molti di giocattoli da masticare e prelibatezze dentali per aiutarlo prendersi cura dei suoi denti in modo naturale. La masticazione previene la formazione di placca e tartaro e allevia la noia, mantenendo il tuo cane sano e felice. 

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati.

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e applica le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.